VENERDI’ NERO IN BORSA

Condividi la notizia con i tuoi amici!

Avvio in pesante calo per Deutsche Bank alla Borsa di Francoforte dopo che è emerso che il Dipartimento di Giustizia americano ha proposto di chiudere un’indagine relativa ai mutui subprime con il pagamento di 14 miliardi di dollari. Il titolo ha aperto le contrattazioni in ribasso del 7,2% nonostante la banca abbia già dichiarato che non intende chiudere il contenzioso pagando la cifra richiesta.

Gli Stati Uniti hanno chiesto il risarcimento record nell’ambito di una disputa legale legata alla crisi dei subprime, che fu elemento scatenante della crisi economica nel 2008.
Secondo fonti a conoscenza del dossier, Deutsche Bank non intende cedere alla richiesta e si prospetta quindi l’avvio di un negoziato tra le autorita’ americane e la banca tedesca.

Borse europee ancora in calo, in una seduta caratterizzata dalle vendite sui titoli dell’energia e sui bancari. Londra cede lo 0,2%, Parigi lo 0,24%, Francoforte lo 0,35% mentre Milano indossa la maglia nera (-1,2%), ancora una volta zavorrata dalla sfiducia degli investitori sulle banche. Mentre in Europa sono gli energetici il comparto piu’ in difficolta’ (-1,1%), in scia al calo del petrolio (-1%), a Piazza Affari soffrono i bancari, con Mps in asta di volatilita’ dopo aver perso piu’ del 4%, Ubi Banca (-3,34%), Mediobanca (-2,82%) e Unicredit (-2,78%). Contribuisce alla debolezza del settore il crollo di Deutsche Bank (-6,7%), destinataria di una richiesta di risarcimento da 14 miliardi di dollari da parte degli Usa. I listini risentono delle incertezze sui tassi Usa e sulle misure che le banche centrali, inclusa la Bce, potrebbero varare per sostenere la ripresa. Quanto alla situazione italiana, si inseguono rumors su difficoltà sia per l’aumento di capitale di Mps preteso dalla Bce sia sulla vendita delle quattro banche regionali salvate con enorme danno per i risparmiatori. La vendita è in forse, perplessità sui crediti in sofferenza di questi istituti circa le garanzie di copertura delle probabili forti perdite.

Fonte: Ansa e Il Nord

Ti è piaciuto l’articolo? Seguici sulla nostra pagina Facebook: NEWS24ITALIA

Condividi la notizia con i tuoi amici!
loading...